Home » Enogastronomia » Paestum Wine Fest
Comunicati Stampa Enogastronomia Eventi

Paestum Wine Fest

Nella storica e ricca città dei Templi, passato e presente si fondono per la XIII Edizione del Paestum Wine Fest.

Le più note Aziende vitivinicole si ritroveranno dal 23 al 25 Marzo 2024 nel  luogo dove gli antichi colonizzatori greci scovarono nel clima mite e nella natura argillosa calcarea del terreno le condizioni adatte per produzioni di qualità.

Paestum,  ha una lunga tradizione viticola ed enologica già ai tempi dei Greci e Romani.  Proprio in questo luogo colmo di storia, mare, colline, dall’identità antica che si tramanda nei secoli da permeare questa terra, qui i visitatori potranno scoprire le novità ed eccellenze che il settore riserva sul panorama nazionale.

Ma il Paestum Wine Fest crea le basi per creare un sistema virtuoso, gioco di squadra, in cui le eccellenze della viticoltura si possono rafforzare vicendevolmente, e fare business presentandosi ad un pubblico di appassionati e operatori.

Location della tre giorni del Paestum Wine Fest è come gli anni precedenti, NEXT l’ ex tabacchificio di Borgo Cafasso, tra le maggiori espressioni dell’archeologia industriale della Piana del Sele.Paestum Wine FestL’evento è una realtà in continuo fermento. Nato dalla passione e idea di Angelo Zarra, CEO di Zeta Enoteca e fondatore di Divini Assaggi Magazine;  il Paestum Wine Fest 2024, è curato dal direttore artistico Alessandro Rossi,  lo “zingaro di lusso“, con la direzione commerciale di Ottavio Gabriel Sorrentino, da Francesco Balbi responsabile marketing e comunicazione e la direzione tecnica dell’architetto Antonio Calabrese Crescenzo. I giorni sono così organizzati:

  • Sabati 23 Marzo dalle ore 11.00 alle 20.00;
  • Domenica 24 Marzo dalle 11.00 alle 18.00;
  • Lunedì 25 Marzo dalle ore 11.00 alle 19.00.

Ma ci saranno tanti ospiti: Paestum Wine Fest

Il programma è ricco di Masterclass,  che potete consultare sul sito, ve ne segnalo solo qualcuna..

24 Marzo Domenica

  • ︎ “Champagne: l’arte della perfezione” ore 11 > 13 , Sala Bacco, Relatore: Alberto Lupetti Costo : 100,00 €
  • ︎ “I vini Bianchi di Salerno: un viaggio sensoriale tra terroir e tradizione” ore 11 > 12.30 Sala : Giardini D’ Inverno Relatori: Eros Teboni e Orazio Vagnozzi  Costo: su prenotazione,  fino esaurimento posti
  •  “La storia del Sagrantino: Arnaldo Caprai” ore 14.00 > 15.30 Sala : Venere  Relatori : Marco Caprai e Eros Teboni  Costo : 50€
  • ︎ “I vini del Mondo” ore 16.30 > 18.00 Sala Giardino D’ Inverno  Relatori: Eros Teboni e  Leila Salimbeni  Costo: fino a esaurimento posti, per operatori Ho.Re.Ca

Punto focale di quest’anno del Paestum Wine Fest,  è aver sottoscritto l’ accordo di formazione, business e opportunità con l’accademia di Alta Formazione “Intrecci” e la storica cantina Famiglia Pagano 1968 per aprire una porta al futuro delle giovani generazioni.Paestum Wine FestA Castiglione in Teverina (VT) c’è stata la stretta di mano tra Paestum Wine Fest, Intrecci Accademia di Alta Formazione e Accoglienza e la Cantina Famiglia Pagano 1968 pronta ad intraprendere insieme un percorso di opportunità a lungo termine per i giovani che si avviano alla carriera professionale del settore dell’alta ristorazione, accoglienza ed enogastronomia.

Ancora una volta ripropone un nuovo significato alla parola business, declinato dallo staff organizzativo sotto nuova forma: creare un’opportunità di successo partendo dalla formazione professionalizzante.

Fondamentale l’incontro tra le sorelle Dominga, Marta ed Enrica Cotarella, fondatrici della scuola di specializzazione italiana, con Giuseppe Pagano e la figlia Raffaella Ludovica della cantina Famiglia Pagano 1968, con Angelo Zarra, ideatore del Paestum Wine Fest e Alessandro Rossi, Direttore dell’evento per sigillare definitivamente l’accordo per l’assegnazione della Borsa di Studio che verrà consegnata sabato 23, nel giorno di apertura della manifestazione.

I candidati verranno valutati per la qualità professionale, abilità e prove tecniche valorizzate nell’esecuzione delle tre categorie stabilite di servizio di sala, apertura e servizio vino, cocktail e mixology, presso l’istituto d’ Istruzione Superiore Ipsar “Piranesi” di Paestum (SA).Paestum Wine FestPaestum Wine Fest mette in collegamento business e opportunità.

A tal proposito, Chiara Riccardi, direttrice operativa e responsabile coordinamento didattico “Intrecci“, Accademia di Alta Formazione e Accoglienza, ha spiegato: “Il nostro obiettivo è formare personale di Sala giovane ma competente.  Una delle richieste più frequenti, che ci chiedono i ragazzi durante il percorso di studio, è quella di poter fare un’esperienza all’estero. Rispondiamo ricordando di come l’ Italia rappresenti la  patria dell’arte e dell’accoglienza in tutto il mondo,  pertanto, è necessario se non obbligatorio partire proprio da qui. Vi sono già molte scuole che si occupano della formazione di Chef di Alta cucina ma ci siamo resi conto che nessuno si occupa di Sala e di tutto quello che ruota attorno. Un piatto sapientemente eseguito da uno Chef e raccontato con cura, assume un’ altro significato per il cliente, divenendo un’esperienza. D’altronde il primo contatto che si ha quando si entra in una struttura ristorativa è con il cameriere, quindi è fondamentale essere ricevuti con professionalità, è la figura professionale che deve saper mediare il pensiero dello chef e l’esperienza ultima del cliente”.Ad oggi, più di 150 ragazzi sono stati formati dalla scuola di “Intrecci” e sono presenti nelle più importanti strutture ristorative di tutto il mondo: dall’Italia all’America, a Napa Valley, a Dubai, perfino in Australia, Santo Domingo, Tokyo, Hong Kong, Francia, Danimarca e altri paesi.  L’ Accademia offre ai suoi allievi un percorso intensivo e articolato, organizzato in due momenti con la possibilità di usufruire di una formula residenziale, di cui sei mesi da vivere nel campus, dove gli allievi possono mettere in pratica gli insegnamenti teorici ricevuti, condividendo ogni momento ed esperienza della giornata in modo collettivo, e sei mesi di tirocinio nei ristoranti aderenti.  Terminato l’iter formativo, lo studente acquisirà il significato più concreto del lavoro in team building.

Sul valore simbolico della borsa di studio è Marta Cotarella, direttrice e fondatrice di progetto, ha dichiarato: “L’obiettivo di tutti è creare opportunità partendo dal tema del coraggio ovvero trovare il giusto stimolo per cogliere un’occasione.  Siamo una realtà relativamente giovane, con una storia breve ma dai risvolti positivi.  Con mia sorella Dominga, quando abbiamo immaginato di fondare “Intrecci“, ci siamo imbattute nella difficoltà organizzativa di realizzare una scuola che trovava una difficile collocazione di benchmark di mercato.  Veniamo dal mondo del vino ma la nostra intenzione era di spostare l’attenzione verso i giovani affinché possano sentirsi, in futuro, realizzati, partendo da un vero e proprio atto di coraggio per i ragazzi che può diventare opportunità che può cambiare la vita partendo da un percorso personale“.

Il piano didattico per gli allievi fornisce le basi tecnico – teoriche per acquisire, durante i sei mesi di studio suddivisi nei tre moduli del sapere, saper fare e saper essere.  Un iter che si apre alle discipline dell’ecologia, dell’ agronomia, dell’antropologia del cibo, pillole di bon ton, e tutte le conoscenze che appartengono al mondo dell’ agroalimentare.Sul modulo del saper essere, lo staff docente di “Intrecci“, ha integrato materie essenziali per la valorizzazione delle caratteristiche dello studente, orientate sulle discipline del teatro, della dizione, delle abilità di vendita negoziazione, moda e stile, luci, musica e suoni.

I candidati alla borsa di studio, verranno valutati sa una giuria di esperti composta da Angelo Zarra, Alessandro Rossi, Matteo Zappile, Angelo Quaglia, consigliere comunale e delegato dell’evento “Paestum Wine Fest“, Roberto Marton, imprenditore e fondatore di Roby Marton, dalla famiglia Pagano e Famiglia Cotarella, preludio del format dell’evento che, da quest’anno, ha allargato maggiormente i suoi orizzonti di crescita per il settore del business, degli operatori e delle aziende di settore.

Ha continuato Marta Cotarella: “È una collaborazione nasce naturalmente tra persone appassionate del mondo mondo del vino, produttori, comunicatori e operatori del settore tutti.  L’intenzione era quella di creare rete. Il vino è di per sé è un aggregatore e non potevamo non rispondere a questa esigenza, venendo noi stesse dal mondo del vino.

Abbiamo un’ impegno molto importante, stimolare le nuove generazioni con l’esigenza di poter rispondere alla domanda di mercato che vede da tempo una forte carenza di risorse. Sempre molti meno giovani non vogliono intraprendere questa carriera nel comparto ristorativo e, per questo, si trovano sempre meno giovani e meno preparati.

In Italia la cucina è buona ovunque, siamo conosciuti nel mondo anche per questo ma manca attenzione a curare il reparto vendita, settore importante tanto quanto gli altri.  Per questo, la specializzazione rappresenta la possibilità di poter ricoprire un ruolo di rilievo partendo dell’accoglienza, che non significa necessariamente Sala.

L’Enoturismo è in forte crescita, ad esempio, come olioturismo, per questo bisogna essere preparati. Avere un riferimento che possa raccontare i prodotti e l’azienda, per far vivere un’esperienza unica al visitatore, per indurlo a tornare.Paestum Wine FestL’Enogastronomia è un comparto che tiene insieme tanti settori, per questo contiamo di partire da qui, formando risorse fondamentali per lo sviluppo di tutto il territorio“.

Raffaele Ludovica Pagano, ha messo in evidenza l’importanza dei giovani e della professionalizzazione “la formazione che offre Intrecci e il mondo del vino, è evidente che sono strettamente collegati. Noi, come Famiglia Pagano, ci tenevamo tanto a dare questa possibilità ai ragazzi. Io e mia sorella Andrea, siamo la generazione più giovane della nostra Azienda, per questo ci teniamo a creare opportunità per chi, come noi, desidera affacciarsi al mondo del lavoro con l’intenzione e l’orgoglio di rappresentare ovunque la nostra nazione ma con tutti gli strumenti professionali.

È un modo per rispondere anche ad un esigenza di riscatto per chi vuole creare un’occasione di carriera, pur partendo dal Sud e con il supporto di chi prima di noi, nel nostro caso con la tradizione e la storia dell’azienda che parte con due generazioni avanti, ha iniziato a tracciare la strada. La borsa di studio è un’opportunità importante che non potevamo non accettare, una sfida di crescita per il nostro territorio“.

A me non resta che dirvi Calici Su, e buon Paestum Wine Fest!

Avatar

Brunella La Salvia

Sono Brunella, nasco come Assistente Sociale Professionale, ma anche come insegnante di Scuola dell’Infanzia e Primaria. Un bel giorno, continuando ad uscire con gli amici, mangiando e bevendo in giro per locali e ristoranti, disquisendo su piatti e bicchieri, pian pianino è nata la mia passione, in primis per il nettare divino, il vino, e a seguire per il cibo, così la passione per l'abbinamento cibo- vino in tavola. Mi sono iscritta al corso AIS per Sommelier dove sto per raggiungere il Diploma. Ma facendo questo percorso, ho scoperto altri piaceri e la voglia di continuare a formarmi nel campo della Distillazione, divenendo Degustatore Whiskey Primo Livello. Visto che più bevevo e degustavo, più mi piaceva e mi appassionavo, la mia formazione prosegue nell'ambito della Mixology, con " Accademia Campari". Sono un’appassionata di Fotografia, quindi ad ogni evento che racconto, non posso mancare foto ricordo personali, un po’ come un’Agenda aggiuntiva alla mia passione per la scrittura che vive in me da sempre, che mi permette di mettere giù le mie emozioni e il mio sguardo. Sono una donna che ama sperimentare sia in cucina che nelle Degustazioni, una che non si accontenta del primo impatto, ma deve riprovare e comprendere fin in fondo, che preferisce conoscere ed incontrare le persone che gli narrano dal vivo, e non virtualmente, cosa creano con le loro mani. Adoro ascoltare le storie di chi ha tanto da raccontare. Il resto di me lo scoprirete attraverso le righe di ciò che leggete di mio.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments